Shuangbaotai dilettantistica - carta della donazione
Shuāngbāotāi
logo Arci   logo FiWuk   logo Coni                          
arci

antifascista, antirazzista, antisessista


sul nostro sito gemello taichi.do

contenuti © Roberta Lazzeri
grafica © arch. Marta Dituri
webmaster Lapo Luchini
xhtml e css validi

LA CARTA DELLA DONAZIONE

Diritti dei donatori

I donatori donano per consentire alle Organizzazioni non profit il perseguimento della loro missione. Pertanto, essi hanno il diritto ad un uso delle risorse da loro messe a disposizione che sia efficace rispetto allo scopo per cui la donazione viene fatta, efficiente nella gestione economica ed equo rispetto alle diverse pretese, bisogni e richieste connesse a quella finalità.

- Destinazione della donazione
I donatori hanno diritto ad un uso delle risorse da loro messe a disposizione che sia finalizzato in modo efficace ed efficiente allo scopo per cui la donazione viene fatta.

- Trasparenza e completezza di informazione sull’Organizzazione
I donatori hanno diritto di ricevere complete ed esaurienti informazioni: sulla struttura operativa dell’Organizzazione, sui suoi organi di governo, sull’identità e il ruolo dei soggetti che collaborano con l’Organizzazione e con i quali entrano in contatto sulla missione e la finalità che l’Organizzazione persegue.

- Trasparenza e completezza di informazione sull’iniziativa da sostenere
I donatori hanno diritto di ricevere complete ed esaurienti informazioni: sulle finalità, i tempi e le modalità d’attuazione delle iniziative da sostenere sui risultati ottenuti attraverso la donazione.

- Disponibilità delle informazioni
I donatori hanno diritto di prendere visione del rendiconto annuale dell’Organizzazione.

- Partecipazione all’attività dell’Organizzazione
I donatori hanno diritto di manifestare le proprie considerazioni sull’attività dell’Organizzazione, nonché di conoscere ed esercitare (quando previsti) i diritti stabiliti dalle norme statutarie dell’Organizzazione ai fini della elezione degli organi societari.

- Rispetto della persona
I donatori hanno diritto ad essere rispettati nella propria libera volontà e a non essere indotti a donare attraverso eccessive pressioni, sollecitazioni o strumenti pubblicitari ingannevoli o non veritieri.

- Tutela dei dati personali
I donatori hanno diritto ad aver garantita la loro riservatezza. In particolare, i loro dati personali verranno utilizzati unicamente secondo le finalità dell’Organizzazione, escludendo ogni trasferimento non espressamente autorizzato, anche gratuito, ad altre strutture o organizzazioni. I donatori po­tranno chiederne comunque, in ogni momento, la cancellazione.

- Riconoscimento del contributo dato
I donatori hanno diritto di ricevere dall’Organizzazione la gratitudine per la donazione fatta.

- Garanzia di indipendenza e non discriminazione
I donatori hanno diritto a che le risorse raccolte siano impiegate dall’Organizzazione in modo indipendente da qualunque condizionamento estraneo alla missione, sia esso di tipo ideologico, politico o commerciale, e senza che vi siano discriminazioni in base al sesso, la razza, l’ideologia, e il credo religioso.

Diritti dei destinatari delle attività sociali

I destinatari delle attività di solidarietà e promozione sociale delle Organizzazioni non profit, siano essi soggetti individuali fruitori diretti di un servizio, ovvero membri di gruppi portatori di legittimo interesse o membri della collettività che beneficia, nel suo insieme, della missione dell’Organizzazione, hanno il diritto di pretendere che le Organizzazioni perseguano la loro missione. Pertanto, essi hanno il diritto ad un impiego delle risorse che sia efficace rispetto allo scopo per cui la donazione viene fatta, efficiente nella gestione economica ed equo rispetto alle diverse pretese, bisogni e richie­ste, connesse a quella finalità.

- Destinazione delle risorse
I destinatari delle attività sociali delle Organizzazioni non profit hanno diritto ad un uso delle risorse a loro messe a disposizione che sia finalizzato in modo efficace, efficiente ed equo allo scopo per cui la donazione viene fatta.

- Trasparenza e completezza di informazione
I destinatari delle attività sociali delle Organizzazioni non profit possono richiedere e hanno il diritto di ricevere, nei modi pertinenti alle diverse situazioni, complete ed esaurienti informazioni: sulla missione e la finalità che l’Organizzazione persegue; sulla natura e sulle modalità di erogazione dei servizi prestati dall’Organizzazione; sull’identità e il ruolo dei soggetti che collaborano con l’Organizzazione e con i quali entrano in contatto.

- Partecipazione
I destinatari delle attività sociali delle Organizzazioni non profit hanno il diritto di formulare suggerimenti, qualora siano nella condizione di farlo, per migliorare le attività dell’Organizzazione finalizzate al perseguimento della missione.

- Rispetto della loro persona
Nel caso in cui i destinatari delle attività sociali delle Organizzazioni non profit siano persone fisiche, hanno diritto di essere trattati nel pieno rispetto della loro persona. In particolare, si dovrà evitare il ricorso ad informazioni suggestive o lesive della loro dignità e decoro.

- Tutela dei dati personali
Nel caso in cui i destinatari delle attività sociali delle Organizzazioni non profit siano persone fisiche, hanno diritto ad aver garantita la loro riservatezza. In particolare, i loro dati personali verranno utilizzati unicamente secondo le finalità dell’Organizzazione, escludendo ogni trasferimento non espressamente autorizzato, anche gratuito, ad altre strutture o organizzazioni. I destinatari delle attività sociali delle Organizzazioni non profit po­tranno chiederne, in ogni momento, la cancellazione.

- Garanzia di indipendenza e non discriminazione
I destinatari delle attività sociali delle Organizzazioni non profit hanno diritto a che le risorse raccolte siano impiegate dall’Organizzazione in modo in­dipendente da qualunque condizionamento estraneo alla missione, sia esso di tipo ideologico, politico o commerciale, e senza che vi siano discriminazioni in base al sesso, la razza, l’ideologia, e il credo religioso.

Responsabilità delle organizzazioni non profit

Per garantire ai donatori e ai destinatari delle attività di solidarietà e promozione sociale i loro diritti, e a garanzia di correttezza verso l’esterno, le Organizzazioni aderenti alla presente Carta si assumono le responsabilità qui di seguito illustrate.

- Missione
Esse si impegnano a perseguire e rendere pubblica la loro missione, a concorrere, cioè, al benessere sociale generale della collettività e dei sin­goli, innalzando la quantità e qualità della vita, adoperandosi per la diminuzione delle disuguaglianze, delle forme di povertà, di disagio e di discriminazione sociale e promuovendo la giustizia sociale e i diritti delle persone, la ricerca, la cultura, le diverse forme del sapere e la tutela dell’ambiente naturale e sociale. Gli interessi economici e ogni altra utilità a favore di quanti, ad ogni titolo, collaborano con l’Organizzazione possono essere perseguiti solo in quanto siano subordinati e funzionali al perseguimento della missione.

- Efficacia
Esse si impegnano ad un uso delle risorse, tanto di lavoro quanto di finanziamento a loro disposizione, che sia efficace e mirato a conseguire, al massimo grado, le proprie finalità sociali.

- Efficienza
Esse si impegnano a coordinare in modo efficiente l’apporto dei diversi soggetti (donatori, volontari, collaboratori) che a vario titolo contribuiscono al perseguimento della missione, in modo che nessuna risorsa di solidarietà vada sprecata. Inoltre, si impegnano a mantenere le condizioni attraverso le quali i diversi soggetti che cooperano alla realizzazione della missione, mantengano nel tempo il massimo grado di impegno.

- Equità
Esse si impegnano a trattare equamente, in tutte le decisioni di natura distributiva, i soggetti a vario titolo coinvolti nel perseguimento della missione. In particolare, è equo distribuire le risorse e le prestazioni in modo proporzionale ai bisogni identificati dalla finalità e dalla missione dell’Organizzazione, nonché in modo proporzionale al merito (e alla meritorietà della causa) di coloro che, con la loro attività, concorrono al perseguimento della missione. Inoltre è equo garantire ai donatori e volontari che contribuisco­no con i propri apporti all’opera della Organizzazione, adeguata riconoscenza delle loro azioni meritorie, nonché ai dipendenti e ai collaboratori, un trattamento che tenga conto del loro contributo e sia rispettoso delle norme vigenti.

- Imparzialità e non discriminazione
Esse si impegnano ad astenersi da ogni discriminazione arbitraria tra beneficiari, tra collaboratori, tra volontari e tra donatori. In particolare, non sono ammesse discriminazioni in base al sesso, alla razza, all’ideologia e al credo religioso a meno che la specifica preferenza accordata a determinate categorie di destinatari, nonché l’identificazione di peculiari caratteristiche dei collaboratori, siano interamente funzionali al perseguimento della missione.

- Indipendenza
Esse si impegnano a non ricevere atti di liberalità che, per le caratteristiche politiche, culturali od economiche del donatore, potrebbero pregiudicarne l’indipendenza.

Ogni associato, dipendente o collaboratore a qualsiasi titolo dell'Organizzazione, si impegna, inoltre, ad evitare situazioni in cui possa configurarsi un conflitto di interessi nei riguardi dell’Organizzazione. (Il conflitto di interessi sorge nel caso in cui il perseguimento dell’interesse personale dell’associato, del dipendente o del collaboratore possa pregiudicare il raggiungimento della missione o non sia comunque ad essa subordinato).

- Trasparenza
Esse si impegnano a rendere conto ai donatori e ai destinatari delle loro attività sociali, evidenziando la relazione tra le finalità annunciate e l’utilizzo effettivo dei fondi raccolti.
Pertanto le Organizzazioni si impegnano a curare la redazione e la pubblicizzazione in modo chiaro, veritiero e puntuale, con mezzi adeguati alle proprie dimensioni e attraverso l’utilizzo di regolari scritture contabili, della loro situazione patrimoniale e finanziaria, in modo da rendere manifesti sia la provenienza che l’utilizzo di tutte le risorse economiche amministrate.
Inoltre a fornire al pubblico e ai donatori, una chiara e veritiera informazione sugli scopi che esse perseguono, sulle finalità, i tempi e le modalità d’attuazione delle iniziative da sostenere, nonché sulle attività svolte attraverso l’impiego dei fondi stessi.

Si impegnano, infine, a non promuovere alcuna raccolta di fondi se non accompagnata da una chiara e veritiera informazione sugli scopi e sulle attività per i quali verranno impiegati i fondi stessi.