Shuangbaotai dilettantistica - movimento
Shuāngbāotāi
logo Arci   logo FiWuk   logo Coni                          
arci
liberiamo l'Italia dalle mafie


sul nostro sito gemello taichi.do

contenuti © Roberta Lazzeri
grafica © arch. Marta Dituri
webmaster Lapo Luchini
xhtml e css validi

Il movimento previene e cura l'osteoporosi

Studi dell'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) e del CDC (Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie) di Atlanta affermano che il movimento e una dieta corretta rappresentano la prevenzione più efficace di molte malattie ormai divenute epidemiche nel mondo moderno, sia nel cosiddetto mondo sviluppato che nei paesi in via di sviluppo: stiamo parlando di prevenzione di infarti, diabete, osteoporosi e obesità. Evidenze cliniche dimostrano che l'esercizio fisico praticato regolarmente riduce drasticamente l'insorgenza di tali malattie.
Alle donne che entravano nell'età di transizione, tra la prima e la seconda vita, come direbbero i cinesi, fino a poco tempo fa veniva proposta l'assunzione di estrogeni, che sembrava risolvere problemi di squilibrio ormonale, osteoporosi e prevenire malattie cardiache.
Numerosi studi su grandi numeri svolti in Europa e negli USA, hanno dimostrato che gli estrogeni non solo non prevengono le malattie cardiache, ma aumentano il rischio di contrarle e che la momentanea frenata dell'osteoporosi cessa al cessare dell'assunzione dei farmaci, quindi proprio quando andrebbe maggiormente contrastata, cioè in età avanzata.
Concentriamoci ora sull'osteoporosi: una condizione caratterizzata dalla diminuzione della massa ossea, che porta ad un aumento della fragilità ossea con conseguente aumento del rischio di fratture.
Un recente studio epidemiologico nazionale, ESOPO, evidenzia che il 23% delle donne di oltre 40 anni e il 14% di uomini con più di 60 anni è affetto da osteoporosi. L'Istituto Superiore di Sanità mette in evidenza che in Europa l'Italia ha la percentuale maggiore di ultra-65enni: 18,3% contro il 15,7% della Gran Bretagna e il 15,6% della Germania.
Tra le varie forme di prevenzione e cura proposte per l'osteoporosi, l'esercizio fisico si è dimostrato il metodo più efficace ed esente da effetti collaterali.
Uno studio dell'OMS del 2002 sulla salute in Europa ha stimato che tra le persone attive si evidenzia una incidenza minore del 18% di osteoporosi rispetto alle persone inattive.
Il movimento migliore per l'osteoporosi è quello che, tramite il peso del corpo, sollecita la struttura ossea, come camminare, ballare, praticare Qi Gong e Tai Ji Quan. Nuotare, pur essendo un ottimo esercizio per i dolori della colonna vertebrale, essendo praticato in assenza di peso, non è utile per la prevenzione e cura dell'osteoporosi.
Il Qi Gong e il Tai Ji Quan, oltre a lavorare col peso del corpo, aumentano anche la stabilità e l'equilibrio, e quindi, oltre a prevenire e curare l'osteoporosi, diminuiscono la probabilità di cadute, maggiori cause delle fratture ossee, specie del collo del femore, così frequenti nelle persone anziane.
(Roberta, 26/03/2003)