Shuangbaotai dilettantistica - primo insegnante
Shuāngbāotāi
logo Arci   logo FiWuk   logo Coni                          english
arci
liberiamo l'Italia dalle mafie


sul nostro sito gemello taichi.do

contenuti © Roberta Lazzeri
grafica © arch. Marta Dituri
webmaster Lapo Luchini
xhtml e css validi

Il mio primo insegnante di Taijiquan

Il dr Nguyen Van Nghi è stato il primo a spingermi alla pratica del Taijiquan. Stavo studiando agopuntura con lui alla sua scuola di Firenze. Come voi saprete, è stato uno dei più noti maestri di Medicina tradizionale Cinese. Il dr Van Nghi non concentava le sue lezioni solo sulla materia strettamente medica, ma attingeva anche dalle arti marziali. Sia lui stesso che tutti i suoi allievi più affermati praticavano arti marziali, specilamente Taijiquan. Utilizzava spesso esempi dell'uso dell'energia nelle arti marziali per spiegare le teorie della Medicina Tradizionale Cinese. Io, che sono un urologo, rimasi completamente affascinata da questo approccio olistico alla salute.
Così iniziai la mia ricerca ed incoraggiai anche mia sorella gemella Roberta a cominciare a praticare. All'inizio ho incontrato molti tipi differenti di stili di Taijiquan. Ad esempio il primo fu un Tai Ji Taoista. Io stavo cercando qualcosa di più dinamico e concentrato sull'equilibrio. In seguito trovai una scuola stile Yang dove si insegnava la forma 24 di Pechino. Mi piacque questo stile, ma soprattutto mi piaceva lavorare con il mio istruttore, Daniele. È un insegnate sincero e ben preparato che mi ha spinto a continuare con il Taijiquan. Questo sarebbe potuto andare bene per me, ma io volevo imparare la forma lunga.
Intanto mia sorella aveva cominciato a praticare al Centro Yang Cheng Fu a Milano. Ebbi così l'opportunità di vedere la forma lunga con lei a Milano. Partecipai a due seminari, forma 49 e tui shou.

Roberta e Vera con la famiglia Yang, Seattle 2001

Nell'estate 2001 ho avuto l'opportunità di andare a Seattle e sì! la mia ricerca si era finalmente conclusa. Avevo trovato lo stile ed il Maestro che facevano per me: il Maestro Yang Jun.
In quell'estate ho avuto la fortuna di incontrare informalmente il Gran Maestro Yang Zhenduo ad un ricevimento di commiato in Seattle. Fu un momento emozionante e rimasi toccata dalla sua presenza. Con mia sorella sono andata in Cina nell'estate 2002 ed ho potuto così praticare con i Maestri Yang Zhenduo e Yang Jun.
(Vera, 25/2/2004)